Le pratiche e la deontologia nelle nuove professioni dell'informazione.

Edito dal Centro di Documentazione giornalistica nella collana “Journalism and communication tools”, “DCM. Dal giornalismo al digital content management. Teoria e tecniche delle nuove professionalità dell'informazione“ è un libro che spiega perché “il giornalismo non è morto e non morirà, almeno finché ci saranno notizie e storie da raccontare, e finché ci sarà un pubblico”.

L’autore è un giovane torinese, classe ’78: Alberto Pulifiato, giornalista, regista, blogger, e fondatore insieme a Fulvio Nebbia della casa di produzione indipendente iK Produzioni.

In questo saggio, la sua terza pubblicazione, affronta un’analisi approfondita dei nuovi scenari della professione di giornalista: da come si trattano i contenuti sul web al rapporto con il pubblico, dall’uso dei social media alla gestione delle newsletter. 

Pulifiato esamina con lucidità il presente dell’informazione dal punto di vista pratico e deontologico, e spiega come nel mondo dell’informazione, in continua e rapida trasformazione, non ci sia spazio per formule magiche di successo, ma solo buone pratiche sulle quali costruire la propria professionalità. Chi vuole fare il giornalista oggi deve necessariamente aggiornarsi, e ampliare le proprie competenze arricchendole con conoscenze approfondite, teoriche e pratiche, sia del contesto in cui deve essere calata l’informazione, sia delle potenzialità dei mezzi crossmediali. 

“… il digitale offre enormi opportunità che vanno analizzate, studiate, capite e messe in pratica. E bisogna farlo seguendo due stelle polari: l’attenzione per il lettore e quella per i contenuti. In quest’ottica, seo, social, membership, paywall, newsletter, instant messaging, metriche, non sono più semplicemente parole di moda, ma diventano strumenti organici che vanno a comporre nuove e fondamentali competenze che non possono mancare al giornalista di oggi e di domani: il digital content management. Questo testo è una guida contemporanea, teorica e pratica, pensata per il giornalista o per gruppi di giornalisti che vogliano acquisire nuove competenze, sia per metterle al servizio di grandi testate e gruppi editoriali, sia per intraprendere proprie strade alternativa indipendenti, con uno sguardo all’autoimprenditorialità".

Di Mariasilvia Accardo

Supporto alla didattica in presenza per gli studenti

Supporto alla didattica on-line per l’offerta post-Laurea

   Università degli Studi di Ferrara
   Direttore: Prof. Livio Zerbini
Via Scienze 27/B, 44121 Ferrara
Info: sea@unife.it
Seguici
Twitter Facebook YouTube