DA SOGNO A REALTA’. A 15 Km da Bukavu (Rep. Dem. Congo) è nato l’Istituito di microcredito IMF KITUMAINI. II contributo di UNIFE

 Sabato 27 maggio in Villa Torano a Imola si è tenuta la presentazione di IMF KITUMAINI, l’Istituto di microcredito avviato in Congo grazie alla partnership tra l’Oratorio imolese San Giacomo e la comunità Les amis de Don Beppe di Bukavu, con la preziosa collaborazione della Banca di Credito Cooperativa della Romagna Occidentale. Guarda il video redazionale dell'evento a cura di se@unife

 

 

Durante l'evento è stato illustrato il nuovo sito internet dedicato al progetto, oggetto di tesi di laurea di Alessia Altieri, studentessa di Scienze e tecnologie della comunicazione dell’Università di Ferrara, e il filmato prodotto da Filippo Landini, operatore di se@unife, il Centro di tecnologie per la comunicazione, l'innovazione e la didattica a distanza dell’Ateneo estense.

Non solo. UniFE ha offerto il proprio contributo scientifico all’iniziativa grazie agli interventi di Livio Zerbini, docente di Storia Romana del Dipartimento di Studi umanistici e Direttore di se@unife, e di Giuseppe Marzo, ricercatore del Dipartimento di Economia e Management.

L’obiettivo principale della banca etica IMF KITUMAINI, regolamentata e creata conformemente alla Legge n°11/020 del 15 settembre 2011 che fissa le regole relative all’attività di microcredito nella Repubblica Democratica del Congo, è la concessione di prestiti alle popolazioni escluse  dal sistema  finanziario classico. Oggi, l’IMF KITUMAINI s.a. è tra gli istituti di Micro credito riconosciuti dalla Banca Centrale secondo lo spirito della lettera Gov/D.033 n° 1418 del 18 dicembre 2015.

Per donare:  

IBAN        IT32 V084 6236 7500 0000 5008 958 

                 BCC Romagna Occidentale - Fil. Castel S. Pietro Terme

Supporto alla didattica in presenza per gli studenti

Supporto alla didattica on-line per l’offerta post-Laurea

   Università degli Studi di Ferrara
   Direttore: Prof. Livio Zerbini
Via Scienze 27/B, 44121 Ferrara
Info: sea@unife.it
Seguici
Twitter Facebook YouTube